Comunità energetiche, risparmio e sostenibilità | CNA ROMA

            CHIEDI INFO

Comunità energetiche, risparmio e sostenibilità

Comunità energetiche

Il progetto “Comunità energetiche” informa e guida famiglie e imprese ad abbracciare il cambiamento verso un futuro più sostenibile e non più prorogabile.

CHE COS’È UNA COMUNITÀ ENERGETICA

La sfida è quella della transizione energetica che, da un mix energetico centrato sui combustibili fossili, muova verso un modello di consumo e produzione alimentato da energia da fonti rinnovabili. Un cambio di paradigma necessario e non più rinviabile, in cui assume un ruolo centrale la creazione di comunità energetiche.

Regolamentata dall’art. 42 bis del D.L. 162/19 con cui l’Italia ha recepito la Direttiva Europea Red II (2018/2001), poi convertito nella Legge 8/2020, e dal d.lgs. 199/2021, una comunità energetica è da intendere come una coalizione di utenti, quali ad esempio attività commerciali, imprese, cittadini e autorità locali che decide di dotarsi di impianti per la produzione e l’autoconsumo di energia da fonti rinnovabili.

DA CONSUMATORI A PROSUMER

In questo contesto, le varie realtà che compongono la comunità hanno la possibilità di passare dall’essere semplici consumatori a prosumer, cioè soggetti che partecipano direttamente alla produzione dell’energia che consumano. Attraverso un impianto energetico, il prosumer consuma l’energia che produce e scambia quella eccedente con gli altri soggetti della comunità energetica. Al tempo stesso, l’energia può essere accumulata in specifici sistemi di stoccaggio per essere consumata al momento più opportuno.

L’obiettivo di costituire una comunità energetica è chiaro e facilmente deducibile: ridurre l’impatto ambientale, producendo energia da fonti rinnovabili che permette di contenere il consumo energetico e, di conseguenza, permettere a famiglie e imprese coinvolte di risparmiare sui costi in bolletta e di accedere ai forti incentivi fiscali previsti dal legislatore, valorizzando in tal modo l’energia prodotta e consumata.

Tramite la sua attività di informazione e sensibilizzazione nell’area Metropolitana di Roma, CNA Roma opera per istruire imprese, cittadini e amministrazioni circa i vantaggi di costituire una comunità energetica. "Il progetto – sottolinea Giordano Rapaccioni, Responsabile Unione installazione impianti CNA Roma – vuole mettere in contatto le amministrazioni e le imprese per valutare le possibilità concrete di realizzazione. Nell’attività di sensibilizzazione e promozione sopra descritta stiamo coinvolgendo anche il Gestore dei Servizi Energetici, figura fondamentale per la costituzione e la gestione delle comunità energetiche. Rappresentando le imprese del settore impiantistico riusciamo, inoltre, ad assicurare un’assistenza completa: dalla fase di valutazione della fattibilità, alla progettazione ed installazione degli impianti, all’assistenza per la costituzione".

Oltre al risparmio in bolletta e nei consumi, la costituzione di comunità energetiche permette di accedere alle agevolazioni fiscali previste dalla legge, per esempio, per la realizzazione di impianti fotovoltaici sul tetto di un edificio, che rientra nella ristrutturazione edilizia e permette godere, per esempio, della riduzione Irpef del 50%.

Compila il modulo

Chiedi informazioni sulle comunità energetiche. Sarai ricontattato

 

 

I dati trasmessi saranno trattati in ottemperanza alla normativa sulla privacy ai sensi del nuovo GDPR del 27 aprile 2016