Progetto di direttiva plastica monouso

Di fronte all’aumento costante dei rifiuti di plastica nei nostri mari, oceani e nelle nostre spiagge, la Commissione Europea ha elaborato una proposta di direttiva sulla riduzione dell’incidenza di determinati prodotti di plastica nell’ambiente.

Le nuove norme prevedono la messa al bando di determinati prodotti di plastica monouso per i quali sono disponibili sul mercato delle soluzioni alternative (es. piatti, posate, cannucce) e la limitazione all’uso di quelli di cui non esistono prodotti alternativi (es. contenitori per alimenti e tazze per bevande), oltre all’introduzione di requisiti di progettazione ed etichettatura, del principio della responsabilità estesa del produttore o del sistema di cauzione/rimborso e di misure di sensibilizzazione.

La proposta della Commissione passerà ora al vaglio del Parlamento europeo e del Consiglio. La Commissione ha esortato le altre istituzioni europee a trattare il progetto legislativo in via prioritaria.

In virtù delle ricadute che le nuove norme europee potrebbero avere sul tessuto produttivo delle imprese da noi rappresentate, vi chiederei di indicarmi quali sono i settori maggiormente rappresentavi per noi e di farmi pervenire vostre indicazioni e/o considerazioni in merito in modo da costruire la nostra azione di lobbying a livello europeo.

In allegato troverete il progetto di direttiva e di seguito l’elenco dei prodotti di plastica interessati:

  • Contenitori per alimenti, ad esempio scatole con o senza copertura, usate per alimenti destinati al consumo immediato direttamente dal recipiente, sul posto o da asporto, senza ulteriore preparazione, ad esempio contenitori per alimenti tipo fast food, ad eccezione di contenitori per bevande, piatti, pacchetti e involucri contenenti alimenti
  • Tazze per bevande
  • Bastoncini cotonati, tranne i tamponi per uso medico
  • Posate (forchette, coltelli, cucchiai, bacchette)
  • Piatti
  • Cannucce, tranne quelle per uso medico
  • Mescolatori per bevande
  • Aste da attaccare a sostegno dei palloncini, tranne i palloncini per uso industriale o altri usi e applicazioni professionali che non sono distribuiti ai consumatori, e relativi meccanismi
  • Contenitori per bevande, ossia recipienti usati per contenere liquidi, ad esempio bottiglie per bevande e relativi tappi e coperchi
  • Assorbenti e tamponi igienici e applicatori per tamponi
  • Salviette umidificate, ossia salviette pre-inumidite per l’igiene personale o per uso domestico e industriale
  • Palloncini, tranne i palloncini per uso industriale o altri usi e applicazioni professionali che non sono distribuiti ai consumatori
  • Pacchetti e involucri in materiale flessibile e contenenti alimenti destinati al consumo immediato direttamente dal pacchetto o involucro senza ulteriore preparazione
  • Prodotti del tabacco con filtri e filtri commercializzati in combinazione con i prodotti del tabacco
  • Sacchetti di plastica in materiale leggero definiti all’articolo 3, punto 1quater, della direttiva 94/62/CE
  • Bottiglie per bevande