MyCNA   

L'UE regolamenta l'uso del dietilenglicole: solo cosmetici a norma dal 25 marzo 2017

Un anno di tempo per smaltire le scorte e richiedere ai fornitori prodotti in linea con le indicazioni europee

La sostanza dietilenglicole monoetiletere, largamente impiegata nei cosmetici, non è ancora disciplinata dalla norma comunitaria sui cosmetici (Regolamento n.  1223/2009).

Il comitato scientifico della sicurezza dei consumatori ha adottato diversi pareri sull'uso del dietilenglicole monoetiletere (denominazione INCI Ethoxydiglycol), ed ha concluso che l'impiego in tinture per capelli ossidative ad una concentrazione massima del 7% p/p, in tinture per capelli non ossidative ad una concentrazione massima del 5 % p/p e in altri prodotti da sciacquare ad una concentrazione massima del 10% p/p non presenta rischi per la salute dei consumatori.

Inoltre, il comitato scientifico ha concluso che l'impiego non comporta rischi per la salute dei consumatori ad una concentrazione massima del 2,6 % p/p in altri prodotti cosmetici non spray e nei seguenti prodotti spray: profumi, spray per capelli, antitraspiranti e deodoranti; l'impiego in prodotti per l'igiene orale e in prodotti per gli occhi, invece, non è stato esaminato dal comitato scientifico della sicurezza dei consumatori e quindi non può essere considerato sicuro per i consumatori.

Alla luce di diversi pareri del comitato scientifico della sicurezza dei consumatori, la Commissione UE ne disciplina l'uso e le percentuali consentite nei cosmetici, concede alle imprese un periodo di dodici mesi per immettere sul mercato i prodotti conformi e ritirare dal mercato i prodotti non conformi, e stabilisce che, a decorrere dal 25 marzo 2017 solo i prodotti cosmetici conformi al presente regolamento possono essere immessi e messi a disposizione sul mercato dell'Unione.

 

Riferimenti: Regolamento 314/2016/UE pubblicato in GUUE serie L, n. 60 del 5 marzo 2016