MyCNA       Lavora con noi

Imprenditoria straniera: lavorare sicuri e in regola. Partecipa al seminario gratuito

La Camera di Commercio di Roma organizza un incontro rivolto agli imprenditori stranieri che operano a Roma per poter gestire legalmente e in sicurezza la propria attività.

Sono oltre 60mila gli imprenditori stranieri a Roma che quotidianamente affrontano problemi specifici che incidono negativamente sia sulla loro integrazione nel tessuto economico locale che sulla gestione in sicurezza dell’azienda.

Partendo dalle problematiche raccolte in occasione di un seminario preparatorio con i mediatori culturali, la CCIAA intende promuovere il 5 dicembre 2016 un seminario formativo dedicato ai rappresentanti di imprese con titolari o responsabili di nazionalità non italiana.

Il progetto nasce per:

  • migliorare la cultura gestionale dell’azienda, in funzione della prevenzione della criminalità;
  • migliorare la comunicazione con i rappresentanti della sicurezza pubblica, attraverso il coinvolgimento della Prefettura;
  • fornire alle imprese il know how per la collaborazione tra gli imprenditori e tra questi e le istituzioni preposte ai vari ambiti della sicurezza.


I temi affrontati durante i due incontri saranno:

  • Il ruolo della Camera di Commercio nella difesa delle attività economiche dai danni che subiscono a causa della criminalità
  • I servizi della Prefettura di Roma e l'attenzione specifica al sostegno alle imprese nei quartieri cittadini
  • Le imprese condotte da non italiani: il loro contributo alla città di Roma e le loro specifiche esigenze di sicurezza
  • Valori e modelli pratici della sicurezza partecipata e dedicata alle imprese, con particolare riferimento a quelle condotte da non italiani. Creare valore con la sicurezza
  • Il ruolo della mediazione interculturale nel favorire la comprensione reciproca e l'incontro tra le parti sociali e istituzionali
  • Le forme di dialogo e di collaborazione con i servizi istituzionali della sicurezza pubblica
  • Descrizione di casi concreti e di modalità ottimali di gestione degli eventi
  • Bilancio partecipato dell'esperienza e proposta di un "quaderno d'impegni".