MyCNA       Lavora con noi

Esenzione dal pagamento del canone RAI

A partire dal 24 marzo 2016 è stato approvato un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che permette al cittadino che ha un’utenza elettrica intestata, ma non possiede un televisore in casa, di inviare la disdetta al fine di essere esonerato dal pagamento dell’abbonamento televisivo sulla bolletta.

Per evitare quindi il pagamento del canone RAI nella bolletta luce, pertanto, i cittadini devono inviare una dichiarazione sostitutiva attestante la non detenzione di televisori da parte del dichiarante, né di altro componente della famiglia anagrafica in nessuna delle abitazioni, in cui il dichiarante è titolare di un’utenza elettrica.

La dichiarazione sostitutiva, che va presentata entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento (in questo caso 2018), a partire dal 1° luglio dell’anno precedente, ha effetto per l’intero canone dovuto per l’anno solare di riferimento. La medesima dichiarazione sostitutiva, presentata dal 1° febbraio ed entro il 30 giugno dell’anno solare di riferimento, ha effetto per il canone dovuto per il semestre solare successivo a quello di presentazione.

Il modulo esenzione è scaricabile dal sito dell'Agenzia delle Entrate o da quello della della RAI e la richiesta può essere presentata nelle seguenti modalità:

  • compilazione ed invio online diretto del contribuente,qualora possieda le credenziali di accesso ai servizi telematici Agenzia delle Entrate Entratel o Fisconline;
  • presentazione per via telematica rivolgendosi agli intermediari autorizzati Caf;
  • spedizione per posta tramite una raccomandata al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV - Casella Postale 22 - 10121 Torino.